RUNAWAY TOTEM – Multiversal Matter

booklet multiversal matter

RUNAWAY TOTEM
MULTIVERSAL MATTER 2019

Dare notizie su Runaway Totem non è facile date le info tra lo strambo e l’astruso che ci vengono date dalla casa discografica e che caratterizzano quindi detta formazione.

Per non complicare ulteriormente le cose ci limitiamo a tagliare e incollare la dicitura iniziale che li riguarda e che ci è stata data !

La storia e l’origine di Runaway Totem sono la storia e l’origine del Cosmo. Runaway Totem ha deciso di rendersi manifesto a questa realtà attraverso un linguaggio universale che, come la matematica, possa essere da tutti compreso: la Musica. Per questo motivo ha iniziato la sua Opera nel 1988 a Riva del Garda, a seguito di un preciso progetto di Cahål de Bêtêl (Roberto Gottardi) e Mimïr De Bennu (Renè Modena). Gli Elementi che compongono Runaway Totem hanno preso possesso nel corso del tempo di differenti persone. È importante capire che il loro avvicendarsi non è dato da vicissitudini umane, ma è frutto della volontà di Runaway Totem. Ogni Elemento, ogni accadimento, è funzionale all’obiettivo che Runaway Totem si è dato. Ecco quindi che quando un Elemento se ne va, è perché ha esaurito la sua funzione in quel luogo ed in quel tempo.

L’Elemento torna quindi al suo luogo d’origine, mentre la persona che lo ha ospitato non può far altro che seguire questi eventi, allontanandosi così dal gruppo. Gli Elementi di Runaway Totem ci sono da sempre e ci saranno per sempre: sia quelli già manifesti, sia quelli che ancora attendono il momento di fare la loro comparsa.

Ok! Di Grazia se ci avete capito qualcosa, tanto, poco, non importa. Ci limitiamo ad ascoltare il disco senza ulteriori sperequazioni e a dire che a fine 2019 è appunto uscito il concept Multiversal Matter ove i due componenti il gruppo ovvero Cahål De Bêtêl – Roberto Gottardi: chitarre, liuteria elettronica, synt glass, tastiere, voce e Re-Tuz – Raffaello Regoli: voce, diplofonie, obliquizioni ci deliziano informandoci che questo album trattasi di viaggio ultradimensionale tra i multiversi reali e della nostra fantasia, ove incontreremo insieme a tutti Voi l’Infinito e/o il Nulla e concludendo che Runaway Totem non appartiene ad una sola Era. Runaway Totem è formata da Esseri Cosmici.

Direi che adesso sia proprio il caso di parlare del lavoro in questione. Lavoro, che son sempre parole loro, segna un ulteriore passo in avanti nella ricerca sonora del progetto: qui viene sperimentata l’accordatura con l’intonazione del LA a 432 Hz (come auspicava Giuseppe Verdi) invece che a 440 Hz. Fatto ! Sentito il disco ! Potrà forse piacere , essere atipico e forse insinuatamene interessante ma è il tedio all’ennesima potenza !! Massacrante !Ascoltarlo una seconda volta può essere deleterio ! E purtroppo non ce la faccio, scusatemi.

Tags:

Lascia un commento