PASSERINE – Harbingers

passerine

PASSERINE
HARBINGERS
Passerine Music 2016

Formati nel 2009 in Florida da Carmela Pedicini (voce e chitarra) e David Brain (dobro, lap steel e voce), dopo alcuni cambi di formazione i Passerine si sono assestati con l’aggiunta di Sara Stovall (violino e voce) e Doug Conroy (basso e voce). La band ha esordito con Another Song About a Bird nel 2012, seguito da Nest Of String nel 2013 e dal più recente Harbingers.

Fondendo limpide armonie vocali, chitarre acustiche, dobro e violino, alternando brani autografi e riprese di tracce tradizionali, i Passerine cercano di aggiornare il folk e il bluegrass con i quali sono cresciuti, inserendo elementi cantautorati e di Americana, pur restando fedeli ad una scelta acustica.

Le fonti di ispirazioni partono da lontano (Ralph Stanley e Bill Monroe), attraversano i grandi songwriters (Bob Dylan, Neil Young, Lucinda Williams, Nanci Griffith) e aggiungono nomi più recenti come Old Crow Medicine Show e Neko Case. Nel 2014 Carmela e Sara hanno aggiunto un’esperienza teatrale significativa suonando con Tim Grimm nell’ultima versione di The Grapes Of Wrath (Furore) di John Steinbeck, esplorando il repertorio di Woody Guthrie e della Carter Family, oltre a brani originali.

Harbingers è un disco piacevole e rilassato, nel quale tre composizioni di Carmela e due di Sara si alternano a brani tradizionali e a covers di Bill Monroe e Stanley Brothers. L’intenso folk di Fish (dove la voce può richiamare Stevie Nicks) e l’eccellente New Bride testimoniano le qualità compositive di Sara, mentre l’intimo strumentale Madra B’an (White Dog in gaelico) e Waiting For You sono le tracce migliori di Carmela.

Tra le covers spiccano la dolente ballata The One I Love Is Gone (Bill Monroe), il folk tradizionale britannico Wayfaring Stranger e Darling Corey (Monroe Brothers, Flatt & Scruggs, Doc Watson, The Weevers…). Disco consigliato per chi apprezza la musica tradizionale folk e bluegrass americana.

Tags:

Lascia un commento