TRAGEDY ANN – Matches

ANN[1717]

TRAGEDY ANN
MATCHES
Tragedy Ann Music 2018

Ascoltando le prime note di The Last Thing, brano di apertura di Matches, sembra di essere ritornati agli anni sessanta e alle melodie di Simon & Garfunkel. Tragedy Ann è un duo canadese di Guelph, Ontario formato da Braden Phelan (voce, chitarra acustica ed elettrica) e Liv Cazzola (voce, piano, fisarmonica, ukulele, organo), coppia nella vita e nella musica. Sono due ragazzi dall’apparenza dolce e pulita, che suonano un folk essenzialmente acustico in cui si intrecciano le voce soliste di entrambi, le chitarre e la fisarmonica con qualche inserimento di tastiera, il saltuario accompagnamento di Sam Boer (percussioni di vario tipo) e le armonie vocali di alcuni coristi. Pur avendo esordito da poco, hanno già ottenuto dei riconoscimenti ai Folk Music Ontario Awards del 2018 con i singoli che hanno preceduto Matches. Scrivono melodie semplici con testi che parlano principalmente di amore e amicizia, con qualche accenno al sociale.
Se The Last Thing sembra davvero un’outtake di Paul Simon data la somiglianza con la voce di Braden che si intreccia comunque con quella angelica di Liv, One In Two è uno dei pochi brani più ritmati con un riff di chitarra elettrica, mentre la swingata Neon & Velour introduce un elemento di diversità e un sapore parigino dato dalla fisarmonica. Nella parte centrale dominano brani delicati e quasi sospesi come Regulars, l’eterea Snooze e il folk armonioso di Too Soon. L’inserimento degli archi avvolge Odysseus, seguita dall’oscura ballata Young Man In A Middle School Washroom, che si riferisce ad un episodio di violenza in una scuola, abbellita da un piano malinconico. In chiusura Holy Water e The Light We Have sono caratterizzate dall’apporto vocale di numerosi coristi tra i quali un gruppo di bambini, allievi di Liv.
Disco morbido e dolente, da ascoltare davanti a un camino acceso con un buon bicchiere di vino.

Tags:

Lascia un commento