MUDFISH – Mudfish

mudfish[1665]

MUDFISH
MUDFISH
Paraply 2019

Veterani della scena nordica, rimasti inattivi per parecchi anni, hanno ripreso nel 2013 partecipando l’anno dopo alla raccolta Home Is Where The Heart Is e nel 2017 alla compilation natalizia Won’t Be Home For Christmas, entrambe pubblicate dalla Paraply Records. Il cantante Joakim Lovgren e il chitarrista Ake Stromberg sono i due componenti fissi della band, autori delle nove canzoni dell’album, scritte in un lungo arco di tempo e incise in pochi giorni a Boras. Due singoli hanno preceduto il disco: l’intenso up-tempo Propeller Man e la ballata Tug Of The Undertow. La proposta dei Mudfish è un pop-rock chitarristico che può richiamare la new wave degli anni ottanta di ispirazione britannica in tracce energiche come I’m Okey, la trascinante Hallelujah I’m Falling (in cui si inserisce l’armonica di Joakim) e lo scorrevole mid-tempo Lucky Me, mentre 30 Minutes e Kiss Of Promise accelerano ulteriormente con qualche reminiscenza punk, spinte dalla discreta voce di Lovgren, controbilanciate dallo slow Winter’s Come To Life posto in chiusura.
Disco scarno e breve (9 brani per poco più di 30’), Mudfish si ascolta senza attimi di noia, apprezzandone il mix di energia e melodia e il suono che sembra registrato dal vivo, senza overdubs.

Tags:

Lascia un commento