VINNY FAZZARI – Live Life Long

vinny[284]

VINNY FAZZARI
LIVE LIFE LONG
Avalon Phenom Records 2015

Originario di Avalon, l’unica città dell’isola di Santa Catalina in California nella contea di Los Angeles, Vinny Fazzari è sempre vissuto nell’ambiente musicale come musicista, ingegnere del suono (tra gli altri con Bob Dylan, John Trudell e gli Earth Wind & Fire) e produttore. Proprietario di uno studio di registrazione a Santa Monica, lo ha venduto per provare a sfondare come musicista in Europa. Si è trasferito ad Amsterdam, ha formato una band con Ivo Severijns e Gus Genser (Herman Brood & Wild Romance) e John Hayes (ex Mother’s Finest) e si è inserito nel circuito dei clubs nordici con discreto successo, lanciando le sue composizioni influenzate dai Beatles, melodiche, ottimistiche, ricche di humor e di ricordi di viaggi, cantate con una voce intonata e morbida che può ricordare Al Stewart o il primo David Bowie. Questo tentativo di carriera solista è stato bloccato da una grave malattia della madre che lo ha convinto a tornare a Los Angeles rinunciando per qualche anno ai progetti musicali. Finalmente nel 2015 Fazzari è riuscito a riorganizzarsi e a registrare Live Life Long, un album nel quale ogni canzone è collegata come in un concept, scritto e suonato quasi interamente da solo (voce, chitarra, basso, tastiere, armonica), anche se non mancano alcune collaborazioni, compresa una sezione di fiati e di archi.

L’unica cover del disco è una strana e originale versione di Somewhere Over The Rainbow di Harold Arlen con ritmica e percussioni caraibiche. Si fanno preferire la melodica ballata Amsterdam, dedicata alla sua città adottiva e arrangiata con gusto, la successiva Your Dress che ci trasporta sulle spiagge messicane con echi beatlesiani, Hold Me Close Tonight tra Beatles e rock FM, il blues dolcemente psichedelico di I Have Seen The Light e la conclusiva Welcome To My Home dove la voce ricorda non poco David Bowie, mentre risultano meno incisive le melodie di Music Box, l’orchestrale title track e l’omaggio a Los Angeles di In LA. In un disco dedicato alla madre (ringraziata per avergli donato la passione per la musica), non poteva mancare un brano morbido e nostalgico come It’s A New Beginning che riafferma il forte legame materno. Disco consigliato agli appassionati di cantautori melodici, molto curato anche nel packaging.

Tags:

Lascia un commento